La confettura extra di ciliegie fatta in casa: i segreti per prepararla in modo veloce e conveniente

La confettura extra di ciliegie fatta in casa: i segreti per prepararla in modo veloce e conveniente
15 Lug 2015

Ingredienti per 2 vasi da 500 g:

1 kg di ciliegie denocciolate;

350 g zucchero semolato;

20 g pectina in polvere (1 busta pectina rapporto 1:3).

La pectina in polvere è facilmente reperibile in commercio e viene estratta sempre dalle mele e dalle scorze delle arance o limoni, è quindi un prodotto naturale che offre numerosi vantaggi tecnologici nella autoproduzione di confetture di qualità.

Infatti la scelta di utilizzare la pectina per la preparazione della confettura permette di ottenere la gelificazione in poche minuti dall’ebollizione della frutta. I tempi ridotti di cottura consentono di mantenere il più possibile inalterate le caratteristiche organolettiche e nutrizionali della frutta che non subisce la completa denaturazione delle vitamine naturalmente presenti. Inoltre permette di ottenere una confettura di qualità usando meno zucchero. Per questa preparazione viene usata la pectina alimentare per ottenere una confettura di qualità ad un costo di produzione vantaggioso. Solo seguendo questi accorgimenti l’autoproduzione di confetture varie sarà, oltre che divertente, anche conveniente! Fra le voci di costo non possiamo certo ignorare il gas consumato per la cottura ed il tempo di lavorazione, che nel caso della ricetta tradizionale prevede oltre due ore di fuochi accesi e molte ore di lavoro per ottenere prodotto finale. Inoltre la pectina vanta delle proprietà benefiche:

  • favorisce la regolarizzazione del transito intestinale;
  • ritarda l’assorbimento di zuccheri a livello intestinale, diminuendone l’indice glicemico;
  • sequestra gli acidi biliari, favorendo un abbassamento del colesterolo;
  • è un prebiotico, quindi è una fibra che non viene assorbita dal nostro organismo e favorisce l’equilibrio della flora intestinale.

2015-07-02 15.24.25Seguendo il classico procedimento ovvero la cernita e la denocciolatura delle ciliegie (meglio munirsi di apposito strumento per accelerare l’operazione e ridurre al massimo gli sprechi), la cottura con la miscela di zucchero semolato e pectina, in meno di 10 minuti dall’accensione del fuoco, la confettura è pronta per essere invasata. Per la sterilizzazione dei vasetti, il metodo più rapido, efficace ed economico che ho sperimentato è la seguente: lavare con acqua calda e detersivo per stoviglie, sciacquare accuratamente. Nel frattempo portare ad ebollizione l’acqua con il bollitore; questo elettrodomestico, in soli 2 minuti, porta 1,5 litri di acqua ad ebollizione, pronta per essere versata direttamente nei vasetti da sterilizzare. 2015-07-02 19.14.50E’ preferibile riempirli lentamente per evitare che il vetro subisca uno shock termico, con il rischio di rottura del vaso. Avvitare i tappi e lasciare almeno 3 minuti i vasi a contatto con l’acqua bollente e con l’aiuto di un guanto da forno, agitare i vasetti in modo che l’acqua calda lambisca anche la capsula di chiusura. Fatta questa operazione, che dura davvero pochi minuti, i vasetti sono benché pronti per essere riempiti.

Con l’aiuto di un imbuto per conserve e di un mestolo, procediamo a riempire il vaso con la nostra confettura calda.

Chiudere bene le capsule e riporre i vasi capovolti su una superficie piana. 2015-07-02 19.58.40In questo modo il calore della confettura sterilizzerà ulteriormente la capsula e l’aria uscirà formando una lieve depressione nel vasetto. Una volta raffreddati  i vasi, basterà rigirarli, etichettarli e riporli al fresco ed al buio nella nostra dispensa. La nostra confettura durerà senza problemi per 6 mesi. Una volta aperto un vaso, va conservato in frigorifero.

 

Share

admin
admin