Arriva un nuovo ingrediente alimentare: l’olio ad elevato tenore di Omega 3 prodotto da microalghe

Arriva un nuovo ingrediente alimentare: l’olio ad elevato tenore di Omega 3 prodotto da microalghe
16 Mag 2015

Con Decisione di esecuzione (UE) 2015/545 della Commissione del 31 marzo 2015 è autorizzato l’immissione nel mercato di olio ad alto tenore di DHA (acido docosaesaenoico) derivato dalla microalga Schizochytrium sp. quale nuovo ingrediente alimentare.

Ma cos’è il DHA?

Dal punto di vista metabolico, il DHA può essere considerato un acido grasso semiessenziale. Infatti, è sintetizzato dall’organismo umano a partire dall’acido alfa linoleico (LNA), un acido grasso essenziale contenuto nel pesce, nell’olio di semi di lino, nell’olio di canapa, nell’olio di canola, nelle noci e nella soia.

L’assunzione con la dieta di DHA può ridurre il rischio di malattie cardiache riducendo nell’uomo il livello nel sangue dei trigliceridi. Un adeguato consumo di DHA contribuisce pertanto a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, in modo particolare di eventi trombotici e aterosclerotici. Bassi livelli di DHA sono stati messi in relazione con malattie neurologiche, come il morbo di Alzheimer, la depressione e bassi livelli riflettono ridotte concentrazioni di serotonina a livello cerebrale.

Il DHA è il costituente principale dei fosfolipidi della retina. Il DHA garantisce la corretta permeabilità e funzionalità delle membrane cellulari, antagonizzando l’acido arachidonico, un acido grasso polinsaturo con effetti antinfiammatori. Non a caso, all’acido docosaesaenoico sono attribuite proprietà antinfiammatorie, che ne giustificano l’impiego per alleviare i sintomi dell’artrite reumatoide e della colite ulcerosa. Cautela nell’utilizzo di DHA nel corso di terapie antitrombotiche/anticoagulanti o nei pazienti con disordini della coagulazione.

Aspettando che entrino in commercio alimenti contenenti questo nuovo integratore utile per la nostra salute, vediamo di seguito l’elenco dei prodotti dove lo potremo trovare:

  • prodotti lattiero caseari

 

  • prodotti sostitutivi dei prodotti lattiero-caseari, bevande escluse

 

  • grassi spalmabili e condimenti

 

  • alimenti destinati a diete ipocaloriche volte alla riduzione di peso come definiti dalla direttiva 96/8/CE

 

  • cereali da colazione

 

  • prodotti di panetteria (pane e panini), biscotti con aggiunta di dolcificanti

 

  • barrette ai cereali

 

  • grassi da cucina

 

  • bevande non alcoliche (compresi prodotti sostitutivi dei prodotti lattiero-caseari e bevande a base di latte)

 

  • alimenti a base di cereali e altri alimenti destinati ai lattanti e ai bambini

 

  • alimenti dietetici per scopi medici speciali

Se avete trovato questo articolo interessante, lasciate un vostro commento.

Share

admin
admin